Luogo d’intervento: Comune di Napoli (NA)

Committente: Comune di Napoli (NA)

Progetto: 2007

Progettisti: Pasquale Miano (capogruppo);Eugenio Certosino; Francesco Viola; Paola Ascione; Francesca Bruni; Maria Rosaria Santangelo; Nicola Braccolino; Macchiaroli&Partners; Adriana Sbarra

Il Concorso è imperniato sulla razionalizzazione e riqualificazione di due varchi di ingresso, strategici per la mole e la complessità delle attività che si svolgono attualmente nella Mostra d’Oltremare.

La volontà di chiudere, di recingere, è l’espressione di una precisa scelta progettuale, che mirava a sottolineare la configurazione unitaria di questo luogo come uno spazio finito all’interno del quale si
stabilisce un legame tra tutti i suoi elementi, dagli edifici alle strade, dagli alberi all’acqua delle fontane, un luogo che deve celebrare e autocelebrarsi.

Un altro elemento centrale è quello delle percorrenze, i percorsi pedonali sono l’ossatura fondamentale della struttura interna che, pur se chiaramente segnata dal modello di un impianto urbano, contiene allo stesso tempo i caratteri peculiari del grande parco, con rapporti precisi tra architettura, spazi aperti verdi e
vegetazione: i due percorsi centrali ortogonali tra loro sono stati concepiti come assi “dedicati” uno all’architettura e l’altro al verde.

La “sottolineatura” della perimetrazione non è però volontà di chiusura rispetto all’intorno urbano: tutt’altro, il progetto del piano prevedeva tra i suoi elementi fondanti il rapporto con la città; le principali direttrici interne avrebbero potuto proseguire all’esterno e divenire gli assi della futura espansione del quartiere, e questo sia fisicamente che idealmente.

La precisa volontà di connessione con la città è leggibile tanto nella struttura dell’impianto, quanto
proprio nel posizionamento degli ingressi e nella scelta della loro monumentalizzazione.

Vedi la relazione: Miano Mostra d’Oltremare

Related Projects

Start typing and press Enter to search